Conosci la Colombia

Colombia, un Paese che vola

Circa 27 milioni di viaggiatori passano ogni anno da El Dorado, l'aeroporto più importante della Colombia: che arrivino a Bogotà per motivi di lavoro o di piacere, la capitale della Colombia accoglie infatti ogni giorno migliaia di persone da tutto il mondo. Una cifra già elevata, ma la rivoluzione che da alcuni anni sta vivendo il Paese suggerisce proiezioni ancora più ambiziose: per il 2021 sono attesi infatti 40 milioni di passeggeri.

In cosa consiste questa rivoluzione? La Colombia intende fare della connessione con il mondo uno dei principali strumenti di sviluppo del Paese. Grazie a un investimento di 2,8 miliardi di pesos, si vogliono modernizzare, espandere e migliorare le infrastrutture di 39 aeroporti in 19 città del territorio  nazionale.

I primi passi di questa grande trasformazione sono stati compiuti nel 2014, quando sono terminati i lavori di rinnovo di El Dorado, che hanno reso questo aeroporto uno dei più moderni del Continente sudamericano, il primo per trasporto merci e il terzo per volume di passeggeri. La sua mordernizzazione ha avuto un tale successo che nel 2015 ha vinto Skytrax, l’organizzazione che controlla la qualità degli aeroporti di tutto il mondo) gli ha assegnato il premio per il miglior personale del Sud America e il terzo posto nella classifica dei migliori aeroporti del continente.
Sono così aumentate le compagnie aeree che raggiungono il Paese, come la portoghese TAP, la KLM olandese e Air Panama e sono stati ristabiliti voli diretti che erano stati soppressi per molti anni, come il volo Bogotà-Londra della compagnia colombiana Avianca e il volo Santiago del Cile-Bogotà della compagnia LAN.

Seguendo questo slancio di cambiamento sarà costruito, con un investimento di 1,4 miliardi di pesos, l’aeroporto El Dorado II che vedrà la luce nel 2021. Con questa grande opera si punta ad aumentare capacità di operazioni aeroportuali dalle attuali 50 all'ora a 90. Questo progetto viene incontro alle esigenze dei viaggiatori che visitano il nostro Paese, il cui numero sta crescendo a un ritmo molto elevato rispetto al resto del mondo: mentre la crescita media è compresa tra 2% e il 4%, in Colombia è superiore al 18%.

A fronte di questa rapida crescita, si vuole far avanzare come Bogotà anche il resto del Paese. Per questo motivo si investirà anche negli aeroporti di Barranquilla, Cartagena, Santa Marta, Corozal, Sucre e Montería, destinazioni sul Mar dei Caraibi colombiano; e i cambiamenti riguarderanno anche il Pacifico: in ciascun capolouogo delle regioni che si affacciano su questo oceano - Valle del Cauca, Cauca, Chocó e Nariño - gli aeroporti saranno ripavimentati e verranno ampliate piste, piattaforme e terminal. Lo stesso vale per le zone dell’Amazzonia e del fiume Orinoco.

In Colombia si contano 13 aeroporti internazionali e si sta lavorando per certificare i terminal di Cúcuta, Bucaramanga, Santa Marta, San Andrés, Pereira e Armenia. E’ un processo entusiasmante, che collegherà al mondo il centro e tutti i punti cardinali della Colombia.

19/10/2015

Condividere