Aspetta un attimo

PIANI TERMICI

Q¡Hai finito questo viaggio attraverso alcune delle ricchezze dei piani termici colombiani! Comunque, questo è soltanto una piccola mostra di tutto ciò che potrai scoprire nel paese naturalmente sostenibile.

Condor delle Ande

Il silenzio nelle alte vette delle Ande colombiane è interrotto dal maestoso condor delle Ande che sorvola solitario le cime e controlla dall’alto il territorio. Ad ali aperte (la sua apertura alare è di oltre 3 metri), plana sul Parco Chingaza, al centro della Colombia, arrivando sino al Parco Puracé, ad Occidente, dove ancora oggi è possibile avvistarlo.

La sua presenza è di vitale importanza per l’equilibrio e il funzionamento dell’ecosistema in cui vive. Questa che era una specie in pericolo di estinzione, oggigiorno è protetta, ed è uno dei simboli della Colombia.

Sierra Nevada di Santa Marta

In riva al Mar dei Caraibi, situata al centro di una foresta tropicale, si trova la montagna vicina al mare più alta del mondo: la Sierra Nevada di Santa Marta. Questo massiccio montuoso, isolato dalle cordigliere, comprende due picchi gemelli, il Pico Bolívar e il Pico Colón, entrambi di oltre 5.700 metri di altezza.
È caratterizzata da uno degli ecosistemi più ricchi del Paese e dal canto di oltre 600 specie di uccelli, di cui 36 endemiche, che crea la sensazione di trovarsi in un paradiso naturale. In questo paradiso vivono più di 30.000 indigeni appartenenti a varie etnie: kogui, arhuacos, kankuamos e wiwa. In questo paradiso ha visto la luce l’affascinante civiltà Tayrona.

SANTA MARTA

Parco Nazionale Naturale del Cocuy

Tra i dipartimenti di Boyacá e Arauca, a poche ore dalla capitale, si trova un santuario della biodiversità e dell’equilibrio naturale che è la prova della ricchezza naturale della Colombia. Si tratta del Parco Nazionale Naturale del Cocuy, che, con i suoi 306.000 ettari di estensione, crea le condizioni favorevoli affiché gli importantissimi ecosistemi del páramo si uniscano con una delle sei vette innevate presenti in Colombia.
La Sierra Nevada del Cocuy è quella con più ampia superficie coperta da nevi perenni nel Paese (16 km2) e garantisce la sostenibilità delle vitali risorse idriche, che alimentano circa il 93% del versante orientale dell'Orinoco.

Foto: Oscar Hernando Cañón González.

SANTA MARTA

Alla fine del viaggio potrete trovare le vette più alte del paese, che si mantengono intatte sorvegliando il territorio nazionale, e che conservano l’equilibrio degli altri micro-climi. Ora, sei di questi guardiani congelati fanno la guardia alla Colombia.

Andean region

Riserve d'acqua

Il páramo è un ecosistema unico che protegge una delle maggiori ricchezze del Paese: le riserve di acqua dolce. Dalle lagune di origine glaciale, come la Laguna di Siecha e di Chingaza in Cundinamarca, ai bacini idrici e alle dighe di grande importanza come quella di Chuza, che fornisce l’80% dell’acqua potabile che consumano Bogotà e 12 comuni vicini–, le riserve di acqua dolce sono una delle risorse più apprezzabili della Colombia.
In Colombia, ci sono cinque riserve di acqua naturale: Pacifico, Caraibi, Magdalena, Orinoco e Amazzoni (è quella più grande del mondo), che rendono il Paese uno dei più ricchi di risorse idriche del pianeta. È importante ricordare il Massiccio Colombiano che l’UNESCO ha riconosciuto come una delle riserve mondiali della biosfera: presenta oltre 60 lagune e 15 páramos ed è il principale produttore di acqua potabile della Colombia.

Cauca
Cundinamarca

Pajonales (campi di stoppie)

“Pajonal perché piangi, triste
Se il sole ti abbraccia
Se il vento ti bacia
Forse sei come me
Forse sei come me
Solo soletto al mondo”

El Pajonal – Ichu Iculla – Edith Ramos

Cundinamarca
Meta

Fiumi

Come un sistema circolatorio, che scorre e da vita alla geografia colombiana, così i nostri fiumi scorrono per tutto il Paese. Dai cinque bacini naturali (Pacifico, Caraibi, Magdalena, Orinoco e Amazzoni) partono fiumi che bagnano il milione di chilometri quadrati del territorio continentale nazionale. Tra questi corridoi idrici spicca il Magdalena, che riceve acque da circa 500 affluenti su entrambe le rive –ed anche più di 5.000 fiumiciattoli e ruscelli– ed attraversa il Paese da sud a nord, dal Massiccio Colombiano fino a Bocas de Ceniza.
Il fiume Magdalena ha avuto un’importanza storica per il trasporto nazionale di passeggeri e di merci. Ha anche un’importaza per il settore energia, giacchè alimenta oltre 20 bacini artificiali, i più grandi della Colombia; tra essi, ricordiamo la centrale idroelettrica di Betania, nel Huila, con una superficie di oltre 7.000 ettari.

Magdalena
Meta, Amazonas

Frailejón (Espeletia)

I campi verdi dei páramos nazionali sono adornati da piccoli fiori gialli, che non crescono più di un metro in altezza e che sono di vitale importanza per il mantenimento dell’ecosistema del páramo: i frailejones. Questa specie nativa dell’alta montagna è endemica di questa zona climatica e in Colombia esiste la maggior varietà di frailejones del mondo, approssimatamente 81 specie. Dalla loro conservazione dipende anche la sopravvivenza di alcune specie di insetti e rettili.

Cundinamarca Cauca

Muschio

Sulle vette dei páramos, esiste un tappeto che copre i campi e li mantiene umidi e vivi. È il muschio, che cresce sulle foglie e sui tronchi dei frailejones e sulle pareti delle montagne. In Colombia, esistono 882 tipi di muschio che sono riserve naturali d’acqua e che equilibrano l’ecosistema delle terre alte.

Cundinamarca, Cauca

Páramos e parchi
naturali

Nelle vene del territorio colombiano scorre l’acqua che nasce sulle vette delle montagne colombiane. Esattamente lì si trovano i páramos, fabbriche di acqua del pianeta, responsabili dell’equilibrio della temperatura delle altre zone climatiche. La Colombia possiede quasi tre milioni di ettari di páramo, equivalente a quasi la metà di tutti i páramos del mondo, e questo ne fa uno dei paesi con le più abbondanti riserve idriche.
Si tratta di 36 insiemi di páramo, territorio in cui si stima vivano circa 120.000 persone. Il Parco Nazionale Naturale Sumapaz, localizzato nel centro della Colombia, è considerato il páramo più grande del mondo; come questo, esistono altre 56 aree naturali protette, che assicurano la sopravvivenza della diversità della fauna e della flora colombiana.

Huila, Cauca Putumayo

Indigeni Guambiani

Nel centro del paesaggio montano del Cauca, adornato da frailejones e pajonales, è possibile scorgere piccoli gruppi familiari che coltivano patate, cipolle e fave. Con abiti azzurri allacciati e con un sorriso sincero, gli indigeni guambianos salutano il visitatore dalla loro reserva, localizzata ad alta quota. Attualmente, la comunità guambiana è composta da poco più di 20.000 indigeni.

Valle del cauca

Tingua bogotana (Rallus semiplumbeus)

Sulle rive della laguna di Chisacá, nel Parco Nazionale Naturale Sumapaz, svolazza la tingua e interrompe la tranquilla mattina del páramo. La tingua bogotana, specie endemica dei páramos del centro della Colombia, è unica al mondo e per questo appartiene alle specie protette che abitano in questa zona climatica.

Cundinamarca, Boyacá

Siete arrivati nel micro-clima chiamato paramo. Con altezze tra i 3.000 e i 4.000 metri sopra il livello del mare, queste fredde cime ospitano una parte molto importante delle riserve idriche colombiane. Inoltre, queste terre sono l’habitat di una vasta parte della biodiversità del paese.

Andean region

Villa de Leyva, Santuario de las Lajas, Miniere di sale di Zipaquirà

Alcune delle principali mete turistiche nel clima temperato hanno una lunga tradizione culturale e religiosa.
Per esempio, il Santuario de las Lajas, conosciuto anche con il nome di “il miracolo di Dio sull'abisso” è stato costruito con il proposito di onorare a Nostra Signora del Rosario de las Lajas. Si posa su un crepaccio a sette chilometri da Ipiales, Narino, e sembra essere sostenuto dalla grazia di Dio.
E’ uno dei centri di peregrinazione più importanti nel sud del paese.
Un altro luogo affascinante è la Cattedrale di sale di Zipaquirà. Questo monumento architettonico e religioso è stato eletto nel 2007 la meraviglia numero uno della Colombia. E’ una cappella costruita dentro gli scavi del Parque Tematico de la Sal nelle miniere di Zipaquirà. Questo posto attrae anche un grande numero di turisti e peregrini religiosi.
Per chi cerca di conoscere i popoli più importanti della cultura coloniale colombiana, Villa De Leyva è un posto da non perdere. Qui non solo perdura l’architettura dei sentieri in pietra e delle case coloniali, ma ha anche a pochi chilometri di distanza l’immensità di un deserto e la ricchezza di un parco archeologico.

VILLA DE LEYVA
SANTUARIO DE LAS LAJAS
Minas de Sal de Zipaquirá

Fichi

Nel cuore di Boyaca, a Tibasosa, sulle cime della regione andina colombiana, si celebra il Festival del Fico. Musicisti di tutto il paese sono invitati a cantare il meglio della musica tradizionale colombiana, e migliaia di turisti assaporano dolci, dessert, succhi e ricette preparati con uno dei frutti più esotici della Colombia. Gli abitanti di Tibasosa dipendono economicamente dalla produzione di fichi, e aprono le loro porte nel festival per creare una vetrina di fama mondiale.

Cundinamarca, Meta

Colibrì di Lafresnay (Avvistamento d’uccelli)

Vicino ai fiori colorati degli alberi di Bogota, un uccello muove le sue ali 75 volte ogni secondo. Si tratta del colibrì di Lafresnay ed è in cerca di nettare. Il suo battere d’ali, la cui velocità non riesce a percepire l’occhio umano, lo mantiene in aria mentre assapora il dolce gusto dei fiori. Le sue piume verdastre ma anche con certi toni azzurri gli consentono di mimetizzarsi tra le foglie e i rami per godere tranquillamente del suo cibo.

Cundinamarca, Meta

Personaggi: Nairo Quintana, Rodolfo Llinàs, Juan Pablo Montoya

La terra fredda ha inspirato a quei colombiani che sono arrivati lontano, in cima ai loro campi d’azione.
Nello sport, nell’arte e nella scienza il micro-clima freddo ha i suoi rappresentanti.
Nello sport si fa notare il ciclista Nairo Quintana, che è riuscito a conquistare le cime europee ed ha trionfato nel Giro d’Italia. C’è anche Juan Pablo Montoya, che ha fatto vibrare i cuori di tanti seguaci delle gare automobilistiche acquisendo importanti vittorie nelle categorie CART, Formula 1 e NASCAR.
Nel campo della scienza possiamo trovare Rodolfo Llinas, il neuro-fisiologo colombiano che ha dedicato la sua vita a svelare i misteri legati al cervello umano.

Cundinamarca, Meta

Gioielleria

Nel 1622, il galeone Nuestra Senora de Atocha partì verso la Spagna con alcuni dei tesori più impressionanti del nuovo mondo. Monete d’oro e d’argento e persino smeraldi di contrabbando furono imbarcati per riempire le casse del Re, ma il maltempo predispose un’altra fine per l’imbarcazione. Vicino alle coste della Florida, affondò con il suo equipaggio e il suo tesoro.
Gli smeraldi che portava con sé l’Atocha ancor oggi sono ritrovati sparsi per il mondo e vengono valutati secondo termini estetici ed economici. La cosa più sorprendente di tutto ciò è che si è scoperto che queste pietre venivano dal cuore della Colombia, dalle miniere di Muzo in Boyaca. Il paese ha una partecipazione del 55% nel mercato mondiale degli smeraldi.

Cundinamarca, Meta

Quinoa

In Colombia si trova la madre di tutti i cereali: la quinoa, un prodotto sudamericano coltivato sin dai tempi delle grandi civiltà Muisca e Inca. E’ un alimento talmente nutritivo da poter sostituire o condire tutte le parti di un piatto, è così versatile che può essere preparato in qualsiasi maniera senza perdere le sue proprietà, specialmente come supplemento proteico.
La quinoa dunque non è solo un’eredità della tradizione gastronomica del paese, ma anche un prezioso complemento per la nutrizione e la soddisfazione delle tendenze attuali dei consumatori, che ogni volta cercano con più frequenza prodotti naturali e benefici per la loro salute.

Boyacá
Cundinamarca
Meta

Animazione digitale e videogiochi

La più grande sfida degli animatori digitali è creare un mondo nuovo da algoritmi e formule, e disegnare il primo albero, ma anche l’ultimo edificio di quel posto per trasportare le persone in altre realtà. Da quest’immaginazione sono nati mondi mitici, divertenti, educativi, tragici e persino apocalittici, che non solo hanno storie interessanti ma che si trasformano in vere e proprie opere d’arte digitali. La crescita del settore e la qualità del talento umano hanno attirato l’attenzione d’investitori, che hanno dato 12 milioni di dollari alla Colombia.

Boyacá
Cundinamarca

Uchuva

Dall'apparenza fragile, un albero di Uchuva s’innalza in mezzo al campo nella terra fredda. Da quell’apparente vulnerabilità nasce un potente frutto d’oro, al quale non è possibile resistersi, specialmente coloro che l’hanno già provato. Forse, per questo motivo, è il frutto più esportato dal paese dopo la banana. Inoltre, ha splendide proprietà per la salute, per esempio, diminuire la concentrazione di zucchero nel sangue ed agire come un anti-infiammatorio naturale.

Boyacá
Cundinamarca

Tic

Sembra un teatro comune per il cinema. Gli assistenti si preparano, alcuni hanno occhiali scuri e bastoni, si dispongono nei loro posti. Inizia lo spettacolo. La magia della tecnologia entra in azione e si mette al servizio di un gruppo di non vedenti, persone con mancanze auditive ed altri handicap che sperano godersi il film. Mediante l’iniziativa Cinema per tutti, adesso tutti possono andare al cinema e trarne beneficio senza barriere né limitazioni.
Quest’iniziativa è solo una delle tante che si sono adoperate nell’area della tecnologia dell’informazione e della comunicazione per fare della Colombia una nazione moderna. Detto ciò, ora 1408 piccoli comuni hanno Internet ad alta velocità, e sono stati consegnati 2 milioni di computer e tablet per educare.

Bogotá, Cundinamarca, Meta

Ajiaco

Il profumo di una zuppa calda a base di patata penetra i sensi e sveglia la fame. A tavola è servito un piatto fumante di ajiaco, giallo e denso dovuto ai tubercoli che ci sono dentro, che poi si fonde con del pollo in tranci e un tocco di galinsoga comune. E’ accompagnato da un contorno di riso in bianco e un pezzetto di avocado fresco, tutti assieme fanno una portata alla misura. Il tocco finale sono, un po’ di panna e capperi al gusto. Buon appetito!.

Bogotá
Cundinamarca
Boyacá

Doris Salcedo

Nell’arte, le opere di Doris Salcedo e le sue riflessioni sulla violenza e la memoria hanno lasciato perplessi musei, gallerie e spettatori di tutto il mondo, da New York a Londra, passando anche per Hiroshima.

Bogotá

Fiori

Nelle fredde savane colombiane si sono messi assieme i gigli peruviani, i tageti, le rose e i garofani e hanno dato colore a queste praterie ricoperte di diverse tonalità di verde. Questi fiori sono parte delle 1.500 speci che si trovano nei vari micro-climi e che vengono esportate in 77 paesi. L’interesse della Colombia è portare il suo colore nel resto del pianeta, infatti, è il secondo fornitore di fiori freschi nel mondo.

Cundinamarca, Bogotá

Prodotti a base di latte

Il formaggio Paipa, prodotto in Boyaca, è uno dei formaggi stagionati con tecniche artigianali che si è trasformato in un prodotto tipico della regione e che ha persino un marchio DOC. Nel processo di produzione di questo formaggio si dimostra che è possibile mantenere un equilibrio tra la modernità e la cultura artigianale.
Il formaggio Paipa è prodotto da una serie di individui che sembrano persi nei tempi delle colonie e nell’architettura dei loro paesini, ma che ha sfruttato tecniche moderne di produzione e commercializzazione con lo scopo di mantenere viva una tradizione, e trarre da essa i migliori profitti.

Cundinamarca, Bogotá

Artigianato: ceramica col fango (Boyacà) tessitura in iraca (Narino)

Il colore e la diversità delle figure sono caratteristiche dell’artigianato nei climi freddi. Nelle ceramiche di Raquira, in Boyaca, predominano i colori terracotta, dovuto all’uso del fango e la sabbia per creare ogni pezzo. Queste opere hanno il marchio DOC ed è questa la principale garanzia della loro qualità e del loro carattere unico.
Un altro esempio sono le tessiture in iraca di Narino, che si fanno a mano da fibre di piante tinte con pitture colorate. I prodotti di iraca fatti in Narino sono speciali per il loro colore, e per la delicatezza che esige la loro produzione. Vengono fatti centrini, borse, borsette, animali decorativi ed altri ornamenti.

Boyacá
Nariño

Indigeni Kogui

Nelle parti alte della Sierra Nevada de Santa Marta, mentre si prosegue il sentiero per arrivare alla mitica Città Perduta, un “mamo kogui” accoglie i visitanti. La sua sapienza sull’importanza della natura commuove e invita i suoi fratelli minori (vale a dire, gli uomini bianchi) a collegarsi con gli elementi naturali. Un “mamo” si prepara durante la sua gioventù e la sua adolescenza affianco ai suoi Fratelli maggiori, altri “mamos” più esperti; poi, una volta pronto, deve impiegare le sue conoscenze sulla natura in modo da orientare la sua comunità.
I “mamos” sono la personificazione del collegamento che deve esistere sempre tra l’uomo e la natura; è una via a doppio senso di rispetto e protezione.

Magdalena

Ditte di cuoio e calzature

Dalle borse alle cinte, dalle giacche alle scarpe, la versatilità del cuoio è innegabile. La sua durabilità si fonde con una brillantezza naturale che i maestri lavoratori del cuoio sanno approfittare al punto giusto. Usando dei coloranti, degli accessori, o soltanto la pelle lavorata, gli artisti di questo mestiere sono riusciti a guadagnarsi il rispetto e l’ammirazione degli altri lavoratori dell’industria e degli utenti globali per i loro design all’avanguardia e per le loro soluzioni innovative al momento di creare processi ecologici per lavorare le pelli.

Cundinamarca
Bogotá
Meta

ATACAMA´s 33

La Colombia come meta (cinema)

Da quando è accaduta la tragedia dei 33 minatori intrappolati durante 69 giorni in una mina ad Atacama, in Cile, i registi hanno volto gli occhi verso questa storia che aveva tutto per essere ripresa. Da lì è nata l’idea di creare Atacama’s 33, un film interpretato da Antonio Banderas che raffigura il dramma sofferto dai minatori in quell’occasione. Per compiere questo sogno avevano bisogno di una locazione perfetta, e la Colombia aveva pronto il posto per questa sfida cinematografica: le miniere di Nemocon, nella periferia di Bogota.
Il reparto produzione ha deciso di fare il film in Colombia dovuto alle sue località ma anche alle strategie per promuovere la produzione cinematografica nel paese, le quali rimborsano ai registi il 40% delle spese cinematografiche e il 20% delle spese in alloggio e ristoro.

Cundinamarca
Meta

Bogotá

A 2600 metri d’altezza sopra il livello del mare, s’innalza il nucleo amministrativo ed economico del paese. A Bogota, la capitale, convergono le culture di tutto il paese, ma anche gli ospiti internazionali. Una città multiforme, che offre ai suoi visitanti un’agitata bellezza urbana in trasformazione, piena di cultura, ecologia, modernità ed innovazione, con progetti gastronomici e religiosi per la scelta di chiunque.
Un centro economico che condensa più della metà delle ditte del paese e che ha l’aeroporto più importante della Colombia, che muove la maggior parte del carico dell’America Latina e la terza più alta quantità di passeggeri. In sintesi, una città cosmopolita con uno sviluppo tecnico ed urbano, che è legata all’interesse verso la cura dell’ambiente per i suoi cittadini. Per questo motivo conta su sistemi di trasporto ecologici (una flotta di 300 autobus ibridi che combinano motore elettrico e diesel) e quasi 400 chilometri di piste ciclabili, e nel 2014 ha vinto il premio mondiale di “Leadership climatica e città”, rilasciato dall’organizzazione C40.

Cundinamarca, Bogotá

Arrivati nelle terre con clima freddo, che si trovano tra i 2.000 e i 3.000 metri sopra il livello del mare, potrete capire perché la Colombia è un pese moderno, interessato nello sviluppo dell’infrastruttura per avanzare con determinazione nei tempi odierni. Qui, tanto i colombiani quanto gli investitori vedranno che la Colombia vale la pena.

Andean region pacific region

Industria automobilistica (Assemblaggio di veicoli)

La Colombia è un Paese che si rinnova costantemente. Questa continua ricerca di modernizzazione si è manifestata soprattutto nei sistema di trasporto delle grandi città, che durante il primo decenio del 2000 hanno sostituito le loro flotte di autobus per introdurre veicoli meno inquinanti e quindi, più environment friendly.
Questa è una dalle ragioni per cui le industrie del settore automotive e della produzione di ricambi sono cresciute e le esportazioni sono raddopiate rispetto al 2009. Con macchinari di ultima generazione e manodopera qualificata, il settore automotive colombiano è pronto a creare sinergie con il settore del trasporto, con l’obiettivo di una crescita per il Paese.

Antioquia
Risaralda

Abbigliamento e tessuti

Un’industria con oltre 100 anni di tradizione possiede ottime credenziali perchè il mondo intero la riconosca. L’industria della moda e del tessile in Colombia ha fatto leva sul percorso e l’interesse per l’innovazione e la ricerca, per diventare il secondo paese produttore dell’America Latina.
Oltre 100 brand internazionali utilizzano la qualità dei prodotti tessili della Colombia, tra cui Victoria’s Secret, Levi Strauss Co., Nautica, Polo Ralph Lauren e Timberland.

Antioquia

Feria di Manizales

“¡Ay Manizales del alma, ay Manizales de sueño!” canta un popolare paso doble, in onore alla città dalle porte aperte della Colombia. Ogni volta che risuonano, queste note evocano la fiera più grande d’America, le sue corride, le passeggiate a cavallo, i suoi concerti e il concorso di belleza che si tiene, el Reinado del Café. Da oltre mezzo secolo, questa tradizione ereditata dalla Spagna si mantiene viva e aperta a tutti coloro che vogliano provare la tradizione di Manizales.

CALDAS

Indigeni Totoro

Una lingua che sembrava persa nell’oblio e dimenticata dalle nuove generazioni, rinasce oggi grazie alla saggezza dei più vecchi. Grazie agli sforzi degli anziani, sopravvive ancora la lingua tradizionale dei Totoros, che a causa del sincretismo culturale stava per scomparire. Oggi viene insegnata nelle scuole della riserva, e i piccoli cercano di impararla, per assicurare la sopravvivenza della tradizione.

CAUCA

BANDEJA
PAISA

A seconda della ricetta tradizionale che si utilizzi, gli ingredienti di questo piatto possono variare. Sono 10 componenti da combinare secondo il proprio gusto: fagioli, riso bianco, carne tritata, chicharrón (cotenna di maiale fritta), uovo, plátano maturo, salsiccia tipo Antioquia, arepa di Antioquia a base di mais, hogao (soffritto leggero di cipolla e pomodoro), morcilla (simile al sanguinaccio) e avocado. Tutti insieme formano un piatto colorato che è ricco di proteine e che racchiude tutta la tradizione gastronomica di Antioquia.
È doveroso però chiarire che, pur variando gli ingredienti per comporre la bandeja paisa, l’unico ingrediente che non può assolutamente mancare è una generosa porzione di fagioli, secondo lo stile di Antioquia.

Antioquia
Eje Cafetero

Artigianato: Ceramica dipinta di Carmen de Viboral

I colori e le forme simmetriche sono un marchio inconfondibile di alcune tra le più belle opere artigianale del paese. I materiali possono essere diversi ma l’obiettivo è lo stesso: lasciare sempre un’impronta e dimostrare che l’arte tradizionale, tramandata di generazione in generazione, oggi continua a sopravvivere e dare risultati sorprendenti.
La ceramica di Carmen de Viboral è un esempio della capacità artistica che nasce dall’ispirazione degli artigiani, per la sua creatività, il disegno e la qualità. Questa ceramica è dipinta a mano e curata in ogni dettaglio, e ogni manufatto prende il nome dell’artigiana che l’ha creata. Per questo è possibile trovare ceramiche chiamate Carmelina, Isabela o Florbela.

Antioquia
Caldas

Palma di cera

Nelle zone di clima temperato del Paese troverete dei guardiani impavidi e colossali, che vegliano sui paesaggi delle montagne colombiane. Le loro alte figure si innalzano per oltre 50 metri, per avere una buona visuale delle terra che controllano. Tra queste alcune sono più alte delle altre, come a voler accudire le sorelline attorno a loro: sono le palme del Valle del Cocora, nel Quindío. Per scoprirle, niente di meglio che fare una passeggiata a cavallo tra le montagne della Zona Cafetera.

Caldas
Quindío
Risaralda

Cosmetici

In un territorio straordinariamente biodiverso come quello colombiano, non sorprende scoprire che ci sia un’industria in grado sfruttare le proprietà naturali dei propri prodotti, per trovare usi alternativi che siano benefici per l’uomo. Questo accade nei settori della cosmesi e dell’igiene in Colombia. Attualmente, 130.000 ricercatori colombiani effettuano ricerche e studi di biotecnologia per produrre cosmetici efficaci, oltre che non dannosi per l’ambiente.

Antioquia
Caldas

Spezie

Tra l’abbondante vegetazione che ricopre il territorio colombiano, le spezie occupano un posto privilegiato (-). Per il loro uso medicinale e le loro proprietà rilassanti e benefiche per il corpo, queste piante fanno generalmente parte dell’alimentazione di ogni famiglia. C’è una spezia per ogni malessere: dai problemi respiratori ai dolori gastrici, dalle lesioni superficiali ai dolori cronici; in Colombia troverete un’erba per ogni problema.

Antioquia
Eje Cafetero
Cundinamarca

Turismo

Nel clima temperato, la natura e la cultura si fondono per offrire al turista esperienze uniche e indimenticabili. I viaggi d’affari nel capoluogo commerciale di Medellín non sono l’unica possibilità per il visitatore: ci sono diversi centri storici attorno alla città, che sono diventati dei must per il turista in Colombia.
Tra questi spicca Santa Fe de Antioquia, un paesino dove il tempo si è fermato e che ha mantenuto intatta la sua architettura coloniale del secolo XVI. Il calore della gente dà il benvenuto a chi si lascia trasportare dalla tradizione e dalla storia di questo municipio nel cuore della zona di produzione del caffè.
E parlando della zona di produzione del caffè, la Valle del Cocora è un maestoso paradiso, prova del perchè il Paisaje Cultural Cafetero è stato dichiarato dall’Unesco come Patrimonio Materiale dell’Umanità. Lì, si può ammirare uno degli emblemi nazionali più imponenti, la palma di cera, che può raggiungere anche gli 80 metri d’altezza.
Se il turista è interessato a tornare indietro nel tempo, deve visitare il Parco Archeologico di San Agustín, dove sono raccolte decine di sculture create dagli abitanti indigeni di queste terre ad alta quota del Cauca e del Huila: figure zoomorfe e antropomorfe scolpite nella pietra, che parlano delle tradizioni e della cosmogonia delle comunità indigene che hanno abitato questo posto.

Santafe de Antoquia, San Agustín, Valle del Cocora

Gallo de roca andino (Birdwatching)

A vederlo da lontano, si potrebbe pensare che sia un’eliconia adagiata tra i rami degli alberi che crescono in clima temperato. Invece, quando si muove frenetico in cerca della femmina che passeggia tra i rami vicini, è possibile vedere i suoi caratteristici occhi chiari, che contrastano con il rosso vivo del suo piumaggio. Il gallo de roca andino (Rupicola peruvianus) è una specie vivace che appartiene alla fauna che vive nei boschi del clima temperato e che si aggiunge alla diversità di uccelli che caratterizza questo paradiso del birdwatching. La Colombia è il paese con maggior diversità aviaria del pianeta: esistono piu di 1.907 specie identificate e 75 specie endemiche.

Antioquia
Eje Cafetero

FERNANDO BOTERO

Anche nel campo artístico, il Paese ha un degno ambasciatore: Fernando Botero, l’artista delle grandi forme. È riconosciuto e ammirato in tutto il mondo per aver creato un nuovo paradigma artistico, che tratta temi della quotidianità e della cultura colombiana, ma in modo particolare. I suo capolavori hanno fatto il giro del mondo.
Uno dei più famosi è la Monna Lisa, dipinta alla fine degli anni ‘70. Questa versione dell’artista colombiano di una delle opere più importante della storia dell’umanità, originale di Leonardo Da Vinci, è un chiaro esempio della sua tecnica. Le curve esagerate e i volumi tondeggianti cercano comunque di rispettare l’essenza dell’opera originale e l’enigma della bella dama.

MEDELLíN

Feria dei fiori

Le strade cominciano ad affollarsi. Gli uomini appaiono minuscoli sotto il carico che portano in spalla. Mano a mano che passano i maestri, si rivelano le forme che, accuratamente e laboriosamente, sono state montate sulle silletas che sfilano alla Fiera dei Fiori di Medellín. Dai comuni vicini e dal capoluogo di Antioquia, centinaia di maestri fiorai portano alle sfilate le loro opere d’arte, create con oltre 80 specie di fiori diversi. In questo modo, confermano che Medellín ha finanche troppi motivi per essere chiamata la città dell’eterna primavera.

Antioquia

MEDELLÍN

Medellín si è guadagnata l’appellativo di ‘città dell’eterna primavera’ grazie al colore, la varietà e la bellezza dei suoi fiori. Ma è anche diventata la città dell’innovazione e dello sviluppo e, quindi, un traino per la modernizzazione e la crescita dell’intero Paese.
Questi progressi sono stati raggiunti soprattutto grazie al suo interesse per la cultura, l’educazione e l’innovazione tecnologica che permettono di migliorare la sostenibilità naturale e sociale della città. Tutto questo l’ha portata ad essere riconosciuta a livello internazionale come una città all’avanguardia, che pensa ai propri cittadini e che cura le proprie risorse. Il Wall Street Journal l’ha anche riconosciuta come la città più innovatrice del mondo.
Ma non finisce qui. Con la metro, l’unica in Colombia, Medellín ha ridotto di oltre 175 mila tonnellate le emissioni di carbonio. In più, sono stati costruiti edifici intelligenti con sistema di immagazzinamento di energia che ne riducono il consumo. La tecnologia, inoltre, è servita alla città per migliorare l’integrazione tra cittadini e tessuto urbano: con il metro cable –sistema di trasporto pubblico che usa ovovie invece di autobus–, le comunità che abitano in luoghi periferici e marginali, sono oggi connesse con la città.
Tutto ciò, sommato a centri culturali, biblioteche e centri sportivi di ultima generazione, ha modificato la mentalità degli abitanti di Medellín, che sono riusciti a far puntare i riflettori su questa città vigorosa e moderna, punto di riferimento per città omologhe a livello mondiale.

Antioquia

GUADUA

La (-) guadua, anche conosciuta come ‘acciaio vegetale’, è così resistente che può mantenere in piedi una costruzione. La sua caratteristica fermezza e impassibilità è conosciuta ed apprezzata a diverse latitudini, tanto da arrivare a sostituire la fibra di amianto, grazie alla sua resistenza e al fatto si essere un materiale ecosostenibile. Inoltre, la guadua è un regolatore naturale di ecosistemi, che assorbe ossido di carbonio e libera ossigeno, come un polmone resistente e instancabile.

Antioquia
Magdalena

Avocado
HASS

L’avocado è uno dei frutti di cui si raccomanda il consumo. Grazie alla ricchezza del suolo su cui cresce, è una fonte naturale di omega 3 e antiossidanti, così utili per chi soffre di problemi di circolazione e di colesterolo. È un alimento ideale per accompagnare qualsiasi pietanza.
(-) In aggiunta, le proprietà dell’avocado sono state riconosciute e sfruttate anche in campo estetico e cosmético, tanto che oggi è un ingrediente essenziale nei trattamenti di bellezza. L’avocado è utilizzato nella produzione di trattamenti per i capelli e maschere per il viso. E come se non bastasse, viene commercializzato anche come biopesticida e siero antiofidico.

Antioquia
Tolima
Caldas

BANANA

La coltivazione delle banane è una parte importante della tradizione rurale colombiana ed è cresciuta con la sua gente. Le piantagioni di banane hanno anche ispirato Gabriel García Márquez e sono al centro del romanzo Cien años de soledad.
Oggi, centinaia di famiglie lavorano per fare in modo che più di un milione e mezzo di tonnellate delle migliori banane della Colombia raggiungano la tavola di consumatori di tutto il mondo. È un settore produttivo che rispetta l’ambiente – i suoi impianti di ricircolo dell’acqua riducono il consumo del 60% – e socialmente responsabile.

Antioquia
Magdalena
Valle del Cauca

Personaggi: Mariana Pajón, Catherine Ibargüen, Fernando Botero y Camilo Villegas

Anche lo sport e l’arte sono degnamente rappresentati nel clima temperato. I loro rappresentanti hanno saputo portare con orgoglio il nome della Colombia alle vette più alte delle rispettive discipline. Grazie a loro, la bandiera del Paese è riconosciuta e ammirata in tutto il mondo.
Con il suo caratteristico sorriso, prova dell’allegria della sua gente, Catherine Ibargüen è salita fino all’Olimpo dell’atletica internazionale. Campionessa mondiale e vincitrice di medaglie olimpioniche nella disciplina del salto in lungo triplo, Catherine è diventata fonte d’ispirazione per grandi e piccini e degna esponente dello sport nazionale.
Anche lei nello sport, ma su un cavallino di acciaio, Mariana Pajón, la ragazzina d’oro del ciclismo colombiano, fa palpitare il cuore dei suoi compatrioti nelle gare mondiali. È la seconda colombiana ad ottenere una medaglia d’oro alle Olimpiadi, ed è campionessa mondiale di ciclismo BMX. Da ultimo, troviamo il golfista dai nervi d’acciaio, nato a Medellín, che per la prima volta ha portato il nome della Colombia ai posti più alti di un torneo PGA Tour: Camilo Villegas, il giovane dagli abiti vistosi e che si muove come un ragno, che ha conquistato i campi da golf internazionali.

Mariana Pajón
Catherine Ibargüen

Eliconie

Per le loro punte colorate e scompigliate, questi fiori esotici sembrano uccelli in volo, e rallegrano gli spazi che decorano. Oggi in Colombia se ne contano più di 80 specie, di cui più della metà endemiche (-). La Eliconia appartiene alla enorme varietà floreale che impreziosisce il territorio colombiano.

Eje Cafetero
Santander
Cundinamarca

Caffè

Il fine aroma di un caffè unico che si sparge per il mondo con un marchio inconfondibile, di chicco arabica, soave ma robusto, 100% colombiano, inebria i sensi. Il suo colore, il suo corpo e il suo sapore sono inconfondibili, e una volta provato non vorrete smettere di berne. Per questo, è uno dei prodotti più importanti in Colombia, ed è uno biglietti da visita del Paese nel mondo. Dopo un’attenta selezione fatta a mano (-), il chicco viene lavorato con tutte le cure possibili, come uno dei migliori prodotti del mondo. Viene asciugato e selezionato attraverso un setaccio e poi impacchettato per conservare intatte le sue caratteristiche organolettiche. Per questo, ogni volta che bevete una tazzina di caffè colombiano, state gustando anche il risultato di anni di tradizione di coltivazione del caffè, e sarà un’esperienza (-) in tutti i sensi.

Caldas
Risaralda
Quindío

PAISAJE
CULTURAL
CAFETERO

Fin dal 2011, l’Unesco ha iscritto il Paisaje Cultural Cafetero nella lista del Patrimonio Mondiale, un riconoscimento dovuto alla sua localizzazione, i suoi rilievi montuosi, il suo clima, il suo terreno, la sua economia, la sua architettura, la sua biodiversità, la sua cultura e la gente, che con vigore è riuscita ad adattarsi a condizioni geografiche difficili e a produrre uno dei migliori chicchi di caffè del mondo.
Riunisce 47 comuni dei dipartimenti Caldas, Quindío, Risaralda e Valle del Cauca, in cui 560 mila famiglie si dedicano alla produzione di un caffè che, oltre ad avere una qualitá eccezionale e a raggiungere 90 paesi, è riuscito a differenziarsi, a essere sostenibile, ad innovare, a modernizzarsi e a dare impulso allo sviluppo in piú della metà dei comuni della Colombia.

Antioquia
Huila
Eje Cafetero

Il viaggio continua ed arrivate nelle terre temperate, con altitudini tra i 1.000 e i 2.000 metri sopra il livello del mare. Lo stendardo di queste regioni è l’innovazione, l’industria e il commercio, che permette lo sviluppo e il sostegno dell’ ambiente. Natura e uomo convivono, allora, con la sinergia che porta verso il futuro.

Andean region

Cacao

L’aroma del cioccolato è inconfondibile. Quando lo si annusa da vicino, una sensazione di benessere pervade il corpo e le sue soffici e dolci note fanno venire l’acquolina in bocca. Nei negozi di tutto il mondo, barrette grandi, medie e piccole di questo alimento seducono i consumatori, per chiudere un ciclo che inizia dal seme del cacao, nelle piantagioni della Colombia.
Questo seme, che appartiene all’esclusivo 5% del cacao più fine e aromatico del mondo, ha una buccia sottile. Il suolo colombiano gli dona un’acidità ideale, senza togliere delicatezza al suo sapore. Per questo viene usato nella preparazione alcuni tipi di cioccolato tra più squisiti del pianeta.

Foto: Oscar Hernando Cañón González.

Santander
Norte de Santander
Arauca
Antioquia

Cartagena

La città eroica, bastione del nord del paese, conserva all’interno delle sue mura oltre 500 anni di storia. I 13 chilometri di mura di cinta in pietra, che ai tempi dei corsari difesero la città dall’assedio degli inglesi, racchiudono oggi strade di pietra e preziose costruzioni coloniali convertite in lussuosi hotel e boutiques.

Bolivar

Pitaya Gialla

È una delle varietà della ‘frutta drago’ ed ha una caratteristica particolare: il suo sapore è più delicato e più dolce di quello di altri esemplari della specie. Per questo motivo, provare il suo nettare è una piacevole esperienza per il palato. Possiede inoltre proprietà che regolano in funzionamento dell’apparato digerente, ed è quindi un prodotto utilizzabile per le terapie medicinali naturali.

Huila
Boyacá
Santander

Carnevale di Barranquilla

Quando Joselito Carnaval resuscita il sabato di carnevale e chiama le sue creature per dare inizio a una delle feste più importanti della Colombia, l’allegria e la baldoria non possono essere contenute. Durante quattro giorni di febbraio, le strade di Barranquilla si riempiono di allegria, con comparse, colori, toritos, monocucos, garabatos e marimondas (animali fantastici tipici del Carnevale di Barranquilla).
Questo Patrimonio Immateriale dell’Umanità è un ricco esempio di cultura e di folklore, che vive nel cuore degli abitanti di Barranquilla e che contagia sottoforma di ballo tutti coloro che lo vivono. Non a caso, l’adagio recita: “Carnevale di Barranquilla: chi lo vive, lo gode”. >/p>

Huila
Boyacá
Santander

Ananas

Non si può eleggere l’ananas re dei frutti, ma sicuramente è uno dei pochi che porta la propria corona con orgoglio. È un frutto originario delle zone tropicali, dove cresce grazie alle alte temperatura e all’umidità del suolo, grazie al quale assume un sapore dolce e rinfrescante. Attualmente, nella Colombia sono esportati circa 2.900 tonnellate all’anno di questo dorato frutto.

Huila
Boyacá
Santander

Cali

“Barranquilla, puerta de oro; París, la ciudad luz; Nueva York, capital del mundo; y del cielo Cali, la sucursal” (Barranquilla, porta dell’oro; Parigi, la città illuminata; New York, capitale del mondo; del cielo Cali è la succursale) canta una famosa salsa dedicata al capoluogo del Valle del Cauca. La città sportiva e industriale della Colombia è localizzata a sud ovest del paese. Cali è un esempio di ciò che si può realizzare investendo nella costruzione di infrastrutture, quando si unisce alla buona volontà e all’allegria degli abitanti.
Lo sport è uno dei motivi di orgoglio per la capitale mondiale della salsa. È stata l’unica città colombiana ad ospitare Giochi Panamericani; è stata una delle sette tappe mondiali del ciclismo su pista nonché di un campionato mondiale di pattinaggio. È stata la prima città dell’America Latina ad aver ospitato dei Giochi Mondiali, nona edizione.
In conclusione, usando le parole che chiudono la stessa canzone, “Cali es Cali, señores, lo demás es loma” (Cali è Cali, signori; il resto, è montagna).

Valle del Cauca

Mangostano

Un guscio violaceo, forte e resistente, protegge il cuore di uno dei frutti con maggiori proprietà benefiche per l’organismo: il mangostano. Il suo frutto –bianco come il cotone, dolce ma con note acide che lo rendono rinfrescante e squisito– è un rinforzante naturale del sistema immunitario. Per questo, il mangostano è il prodotto preferito per bibite e infusioni.

Tolima
Meta
Risaralda

Whalewatching

Dopo aver attraversato oltre 8.000 chilometri dall’Antartide verso nord, i giganteschi visitatori, del peso di oltre 40 tonnellate, raggiungono le acque colombiane. Nelle acque calde del Pacifico avviene l’accoppiamento delle balene megattere (Megaptera novaeangliae) che qui si riproducono. Per questo, ogni anno tra luglio e settembre, chi va sulla costa del Chocó può assistere al miracolo della vita e, con un po’ di fortuna, può anche vedere il primo contatto dei piccoli balenotteri con il mondo.

Meta
Córdoba

Passiflora

La ‘frutta della passione’ o passiflora, colora le terre delle zone calde della Colombia. Granadilla, maracuyá, gulupa e chulupa sono solo alcune delle 170 varietà di questa deliziosa, nutriente e rinfrescante frutta che cresce nel Paese. Una di esse, la gulupa, detiene il primato come seconda frutta più esportata. Migliaia di famiglie della regione del Tolima Grande, nel centro della Colombia, lavorano nella filiera produttiva di questo prodotto.

Huila
Tolima
Cundinamarca

Fiera di Cali

La fiera della salsa, la fiera di tutti. Questo evento chiude l’anno in bellezza, dato che si celebra negli ultimi giorni del mese di dicembre. È un omaggio alla cultura, alla bellezza, ma soprattutto alla musica, che pervade le strade del capoluogo del Valle del Cauca e mette a ballare abitanti locali e stranieri.
Appena risuonano le prime note di tromba nel salsodromo e appena i timbales marcano il passo, il ritmo si impadronisce della città. Le scuole di salsa animano la festa e dimostrano perchè la città è la capitale mondiale di questo genere musicale.

Valle del Cauca

Lime Tahiti

Sia come condimento che come accompagnamento o come protagonista della gastronomia, il lime Tahiti ha un posto d’onore sulla tavola colombiana: si consuma in tutte le regioni ed è un prodotto molto versatile.
Dal fresco succo di frutta di anguria con lime –o “patillazo”– per rinfrescare la gola sulla costa nord del Paese, all’agua de panela bollente con lime per ritemprare e rivitalizzare gli abitanti della capitale, questo frutto acidulo accompagna i colombiani in molti momento della loro vita. Il suo uso frequente non è solo nelle bevande: è consuetudine spremerne alcune gocce sul pesce fritto.

Valle del Cauca

Comunità indegene

Nel 2005, circa 270.000 indigeni wayúu, suddivisi in clan, abitavano in Colombia. Questa comunità funziona perché è guidata dai Pütchipuu, conosciuti anche come palabreros, cioè coloro che mediano nei conflitti, negoziano e stabiliscono un risarcimento, mantenendo la pace attraverso il dialogo.
Questa è una tradizione di una delle culture native più rappresentative della Colombia e dimostra come sia possibile raggiungere la pace attraverso il dialogo e l’equo risarcimento. In questo modo, non solo si fa quadrare il bilancio sociale, ma si tramanda la tradizione degli antenati.

Guajira

Settore acquacoltura

I frutti di mare e di fiume hanno un posto a parte nella gastronomia colombiana. L’attuale produzione arriva quasi a 200 mila tonnellate tra gamberi e pesci, come la tilapia, la cachama (Colossoma macropomum) e la trota.
In tavola, questi prodotti si combinano per produrre perfetti bocconcini, come il ceviche di tilapia e gamberi. Questo piatto si prepara con coriandolo tritato, cipolla rossa, aglio, zenzero, olio, sale, limone e peperoncino, mescolati a freddo con la tilapia cruda e i gamberi cotti.

Sucre
Bolivar
Huila

Personaggi

I personaggi nati nelle aree di clima più caldo appartengono soprattutto al campo delle arti e dello sport. Sono allegri e capaci, e hanno portato il nome della Colombia in tutto il mondo, attraverso i successi della disciplina che praticano.
In musica, le note di Carlos Vives e di Shakira fanno palpitare il cuore di colombiani e stranieri. Questi cantautori della costa colombiana caraibica hanno vinto un gran numero di premi e hanno trasformato il genere pop-rock, mescolandolo con ritmi latinoamericani e dei Caraibi. La loro musica fa ballare e cantare gente a tutte le latitudini.
Nell’arte, si distinguono esponenti nella letteratura e nella danza. Gabriel García Márquez, l’unico premio Nobel di Letteratura colombiano, ritrasse nelle sue opere di realismo magico la complessità della società latinoamericana. Da canto suo, Fernando Montaño, questo oriundo di Buenaventura ammirato e rispettato da colleghi e critici, ha danzato sui palcoscenici più importanti del mondo, con la compagnia Royal Ballet di Londra.
Lo sport non è da meno. La zona a clima caldo ha dato i natali a due dei personaggi più importanti del calcio nazionale e internazionale dell’attualità: Radamel Falcao García e James Rodríguez, che hanno portato la squadra nazionale colombiana ai più grandi successi storici negli ultimi anni. I loro gol, i loro passaggi, il loro gioco sono stati applauditi e premiati nel mondo del calcio. Oggi giocano in grandi squadre europee di prima categoria.
C’è un fattore comune in tutte le regioni dal clima caldo: la bellezza delle sue donne. A questo proposito ricordiamo Paulina Vega, Miss Universo 2015, che ha portato la corona a casa, in Colombia, per seconda volta nella storia del concorso.

Gabriel García Márquez
James Rodríguez
Falcao
Shakira
Sofía Vergara
Carlos Vives
Fernando Montaño
Paulina Vega

Canna da zucchero

Il soffio della brezza che alita sulle coltivazioni di canna da zucchero del Valle del Cauca, ad ovest del Paese, trasmette tranquillità. Così, sereno, è il paesaggio che ospita le oltre 3.000 fincas dove viene lavorata la canna da zucchero. Nel 2014 sono state prodotte 22 milioni di tonnellate di zucchero di canna: grazie a questo risultato la Colombia è oggi tra i principali produttori al mondo.
È una delle industrie più dinamiche dell’economia nazionale. Vengono sfruttati persino i suoi residui, utilizzati per la produzione di etanolo, un biocombustibile del quale il Paese è il secondo produttore in America Latina.

Valle del Cauca
Cauca
Caldas

Turismo

Un’estensione ampia come quella della zona climatica calda comprende un numero infinito di posti favolosi che vale la pena di vedere, con strutture turistiche per soddisfare le esigenze di qualsiasi turista.
Per esempio, per gli amanti dell’avventura, il Parco del Cañón del Chicamocha offre una vasta gamma di attività da svolgere; il turista può fare mountain bike, camping, trekking, speleologia, passeggiate a cavallo, canottaggio, free climbing o parapendio. In questo posto, che è una delle gole di montagna più profonde al mondo, si possono anche visitare caverne che risalgono a oltre 40 milioni di anni fa. Per gli amanti della natura, tra le tante destinazioni, spicca un paesaggio naturale magico che ancora sopravvive, nel Meta: Caño Cristales, un posto naturale dove scorre il fiume dai cinque colori, grazie alle alghe che nascono sul suo letto. Durante l’anno cambia tonalita e sorprende chi ha la fortuna di vederlo in quel periodo.

Santander
Meta

Gastronomia

La gastronomia della zona dal clima caldo è varia ed estesa. Non sarebbero sufficienti le parole per descrivere il ventaglio di saporti, aromi, trame e colori che possono comporre tutta la cucina di questa zona climatica. Nonostante ciò ci sono alcuni piatti che devono essere menzionati per il loro sapore e la loro tradizione.
Sulla costa nord del Paese è d’obblico assaggiare il pesce fritto, accompagnato da un tipico e locale riso al cocco e da una porzione di patacones (plátano fritto). Scendendo un po’ più a sud, verso le grandi pianure orientali, la sosta gastronomica è obbligata per l’assaggio di una tipica ternera a la llanera, carne preparata su stecche esposte al fuoco di un falò, accompagnata da yuca e plátano.
Giunti a sud ovest del Paese, vi aspetterà servito in tavola un delizioso sancocho valluno: tradizionale minestra preparata con gallina ruspante e coda di bue. La sua preparazione riunisce le famiglie e mantiene viva la tradizione culinaria della regione Pacifica della Colombia.

Costa Caribe
Llanos Orientales
Valles del Cauca

Frutti della Amazzonia

I frutti esotici abbondano nel paradiso colombiano della biodiversità: l’Amazzonia. Questi alimenti che nascono nella magnifica foresta spiccano per la loro rarità e il loro delizioso sapore. Arazá, copoazú e camu camu sono prova della ricchezza naturale di questa regione, e sono inoltre materia prima perfetta per la preparare succhi di frutta insoliti.
Per coloro che sono alla ricerca di un’esperienza diversa e vogliono provare nuovi sapori, è d’obbligo assaggiare un frullato ghiacciato di arazá e latte: un rinfrescante supplemento energetico.

Amazonas
Vaupés
Guaviare

Guacamaya

Sugli alberi delle zone boscose del clima caldo, si distinguono svolazzanti figure dai colori vivaci e allegri. Da una parte all’altra, volano questi piccoli uccelli in una danza chiassosa, lasciando intravedere le loro piume vellutate. Si tratta di guacamayas, che irrequiete cercano un posto ove posarsi e mostrare con superbia la vivacità del loro piumaggio. Questi uccelli silvestri sono la dimostrazione della Colombia multicolore.

Amazonas

San andrés

Il paradiso può assumere varie forme. Una di esse, per esempio, può essere un’isola nel mezzo dei Caraibi, con spiagge bianche e acque cristalline. San Andrés è un posto unico in cui si può nuotare in un mare di sette colori, protetto da una delle barriere coralline più estese e ricche del pianeta, dove il turista è testimone dell’ospitalità colombiana.

San Andrés

Porto di Barranquilla

Il fiume Magdalena serpeggia per il Paese e scorre da sud a nord. Alla sua foce –detta Bocas de ceniza per il colore che l’acqua del fiume assume al confluire con l’acqua del mar dei Caraibi– sorge uno dei porti più importanti del paese, il Porto di Barranquilla.
Qui, nel 2014 sono state movimentate quasi 4,5 milioni di tonnellate di merce, equivalenti a circa a tredici volte il peso dell’edificio Empire State Building di New York. Sarà presto rinnovato per diventare megaporto, per poter di nuovo navigare le acque di quell’arteria colombiana che ispirò Gabriel García Márquez: il fiume Magdalena.

Barranquilla

Porto di Santa Marta

Nel cuore della notte, mentre tutti dormono, un potente braccio meccanico eleva un container pieno di prodotti per collocarlo su una delle tante navi che trasportano merce colombiana verso i mercati di tutto il mondo. Questa è una notte normale nel Porto di Santa Marta, uno dei più importanti del paese.
Questo porto possiede sette moli e funziona 24 ore su 24. Nel 2014 è stato riconosciuto dall’OEA come il porto con le migliori procedure di responsabilità sociale, cura dell’ambiente e sostenibilità in America. Ha movimentato oltre 6 milioni di tonnellate di merci, quasi l’equivalente del peso della Grande Piramide di Giza.

Magdalena

Artigianato

L’artigianato delle zone dal clima caldo è sinonimo di sapienza e creatività.
Per esempio, i tessuti wayúu, uno dei più famosi nel mondo, è prova concreta di cultura e di tradizione. Narra la leggenda wayúu che il ragno Wale’Kerü insegnò alle donne il lavoro della tessitura. Esse hanno trasmesso il loro sapere ancestrale di generazione in generazione, perfezionando le tecniche per tessere Kanáas –figure geometriche– che rappresentano la cosmogonia della comunità.
Un altro esempio della manifattura delle zone dal clima caldo è la tessitura di cañaflecha (Gynerium sagittatum). Con questa fibra, dopo una serie di processi, si ottiene il sombrero vueltiao (cappello tipico della zona), uno dei più importante simboli culturali della zona nord del Paese. In base al tempo impiegato per realizzare un cappello e al numero di giri dati alla fibra di cañaflecha, varierà la qualità del prodotto.

Guajira

La Guajira

I venti alisei soffiano e muovono le tuniche dei wayúu che camminano sulle dune della Guajira. Questi venti portano il sale del mare della penisola e la sabbia del deserto bianco dell’estremo nord della Colombia. Questi stessi venti muovono le pale delle giganteschi mulini che formano l’unico parco eolico della Colombia, il Parco Jepirachi, esempio nel mondo di produzione sostenibile di energia.

La Guajira

Allevamento di bestiame

Nelle estese pianure dei Llanos Orientales e del Magdalena Medio si scorgono grandi appezzamenti di terreno dedicati all’allevamento di bestiame. Oltre 24 milioni di capi percorrono migliaia di ettari del nostro territorio, e costituiscno non solamente una delle industrie più importanti del paese, ma anche una cultura ricca, nata dai cowboys nazionali.

Choco
Cauca
Antioquia

Palma da olio

Le pianure del Magdalena basso e medio sono impreziosite da diversi paesaggi. Tra tutti, il più attraente è quello dei 400 mila ettari di coltivazione della palma da olio. L’ampiezza della superficie di queste coltivazioni ha reso la Colombia il primo produttore di palma africana dell’America Latina e il quinto del mondo.
Dal loro abbondante olio, la Colombia estrae principalmente oli vegetali e biocombustibili. Grazie alle loro proprietà antiossidanti e all’abbondanza di vitamine, gli oli vegetali colombiani sono molto ricercati nella cucina di tutto il mondo.
Da parte sua, il biodiesel prodotto dalla palma africana, una materia prima rinnovabile, è apprezzato per i suoi effetti di riduzione dell’effetto serra. Questo prodotto è considerato come possibile sostituto dei derivati del petrolio.

Casanare
Cesar
Magdalena

Il viaggio comincia nella terra calda, non solo nella temperatura ma anche nel cuore della gente. Questi territori, che coprono circa l’80% della superficie del paese, ospitano la diversità e la bellezza che concede il territorio colombiano. Prodotti agricoli e turistici per tutti i gusti sono pronti per chi vuole lasciarsi incantare dalla magia della Colombia.

Regione Andina Regione Insulare Regione Caribean Regione Pacifica Regione Orinoquia

PIANI TERMICI

Qui inizia il viaggio attraverso dei piani termici della Colombia, dove potrete conoscere alcuni dei motivi per cui siamo ricchi e mega-diversi grazie al nostro clima. E’ possibile spostarsi con il cursore o usare la barra della temperatura che vi accompagnerà attraverso tutto il percorso.

Per viaggiare attraverso i piani termici della
Colombia devi visitare la versione web